Oggi, specchiandosi nella mia storia,
vorrei che le ragazze si convincessero
che niente ci è precluso.

IO DONNA, Corriere della Sera

PUBBLICAZIONI

In “Le favole del comunismo” ci sono due Ari: una è la bambina che vive in Albania tra gli anni Ottanta e Novanta, ed è senza scarpe, perché le scarpe non devono essere consumate e dunque si va scalzi; l’altra è una giovane donna che di scarpe ne ha moltissime, così come ha l’acqua corrente, e oggi vive nel centro di Milano, in un appartamento elegante, passando ore sotto la doccia perché gli shampoo biologici non fanno abbastanza schiuma. Le due si somigliano, un po’ perché sono belle e la bellezza è tutta uguale, un po’ perché sono la stessa Ari. Anita Likmeta, con tenerezza e ironia, con allegria e spietatezza, esordisce nel romanzo e ci racconta un’infanzia dove, certe volte, pisciarsi sotto era l’unico modo per riscaldarsi.

INNOVAZIONE

Quella di innovare è un’aspirazione costante dell’uomo: è proprio della natura umana pensare per progetti, traguardarsi continuamente nel futuro. La logica dell’innovazione pone oggi le sue basi sulla necessità di spingere verso il contenimento e l’ottimizzazione delle risorse, in un mondo in cui devono convivere 8 miliardi di persone.

Accordo Italia-Albania, la stoccata Anita Likmeta:

VIDEO

Accordo Italia-Albania, la stoccata Anita Likmeta: “Rischio che diventi nuova Guantanamo”

Podcast Albania

PODCAST

ARTICOLI RECENTI

Java e il pianoforte, ovvero qual è il posto delle donne

PRESS